Quando prendere un cucciolo? L’età giusta.

Prendere un cucciolo, introduzione:

Eccoti, sei arrivato ad una punto, ormai consapevole di aver tempo e denaro da dedicare, sia ad un cucciolo che al cane stesso. Sicuramente hai fatto varie ricerche ed avrai trovato numerosi annunci, soprattutto se ti stai affidando al web. Allevatori, allevamenti e privati pronti a vendere i loro cuccioli di Spitz tedesco. Ma giustamente ti stai chiedendo: Qual è l’età giusta per portarlo via dalla sua famiglia? Questa è un’ottima a riflessione! Molti di noi pensano che una volta che il cucciolo mangi da solo sia sufficientemente svezzato e pronto da strappare via ai suoi simili. Niente di più sbagliato, benché mangi da solo, non vuol dire che sia psicologicamente pronto! Questo vale per qualsiasi razza di cane e se ti capiterà un allevatore pronto a consegnarti un cucciolo di 2 mesi o poco più, stanne alla larga, sicuramente non è un tipo affidabile, uno che non ha veramente a cuore la salute dei suoi cuccioli. Ma ora approfondiamo meglio l’argomento.

Prendere un cucciolo, l’età giusta:

Dobbiamo innanzitutto ricordare che l’E.N.C.I. vieta la commercializzazione di cuccioli prima dei 60 giorni compiuti, ma puntualizzare che chi alleva responsabilmente, sa quanto sia fondamentale cederlo dopo 80-90 giorni di vita, vediamo il perché.

Durante questa fase di crescita, i cuccioli dovranno imparare molte cose dalla madre, dai fratelli e dal padre, se c’è. Impareranno prima di tutto, attraverso il gioco a dosare il morso, grazie anche ai richiami della madre quando esagerano. Impareranno quindi a comunicare con la bocca, e sapranno quando, quanto e se mordere, arrivando raramente a stringere per far male. Durante questa fase i cuccioli cominceranno ad interagire con l’ambiente che lo circonda, ed anche con l’uomo.

Il primo mese il cucciolo imparerà ad interagire con i suoi simili ed a socializzare con gli altri cani. Poi dalla quinta alla decima settimane inizierà a relazionarsi con le persone e l’ambiente circostante. Nel terzo mese di vita avrà voglia e la curiosità di esplorare nuovi ambienti, oggetti e a familiarizzare con tutti i rumori dell’ambiente in cui vive.

Un cucciolo svezzato precocemente:

Nel paragrafo sopra abbiamo visto quanto sia importante far conoscere gradualmente il mondo esterno ad un cucciolo. Se tutte queste tappe non saranno rispettate, potranno essere molti i problemi caratteriali che potrà riportare da adulto. Un cucciolo svezzato precocemente potrà crescere pauroso od aggressivo con i sui simili, ma anche con l’uomo. Ma i problemi caratteriali che potranno insorgere sono anche: iperattività, problemi di apprendimento, paure e senso di possesività o gelosie eccessive. Tutto ciò è perché l’uomo, durante i primi tre mesi e mezzo non potrà mai sostituirsi alla madre biologica. Saranno le sgridate del cane a farli crescere e nel caso risultassero nel tempo più aggressive, non vuol dire che la mamma si stia stufando dei piccoli, ma starà imparando loro a stare al mondo.

Condividi
One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *